Catalogo Prodotti

CATALOGO PRODOTTI



Libri



Libri

Otto piccoli porcellini

Troppo spesso la divulgazione presenta un’immagine fuorviante del pensiero di Darwin. Per raggiungere un pubblico vasto si riconduce la storia tortuosa delle diverse forme di vita a un solo principio, la selezione naturale, trascurando fattori altrettanto importanti come le eredità biologiche e le peculiarità di ciascuna specie. Ma nei suoi saggi Stephen Jay Gould ha sempre coltivato intenzioni più ambiziose, chiarendo come l’evoluzione non sia un processo lineare con una meta predefinita, ma un inesauribile serbatoio di possibilità. Con il suo stile di sempre, che risale alle spiegazioni generali a partire da casi particolari, anche in questo libro l’autore espone le sue riflessioni attraverso una ricchissima raccolta di esempi e curiosità, che ci portano dalle origini della vita pluricellulare alle anomalie anatomiche dei più antichi vertebrati. Scopriamo così la prodigiosa trasformazione che ha permesso ai mammiferi di “udire con le mascelle dei rettili” e la piega nella coda dell’ittiosauro, che dimostra come le colonne vertebrali non sono state sempre diritte. Ma in questo caso l’attenzione del grande divulgatore si rivolge anche al presente, soffermandosi per la prima volta sul rapporto tra l’evoluzione e il deterioramento ambientale provocato dall’uomo. Affidato alla sua penna brillante il tema diventa un’ulteriore occasione per denunciare falsi miti e pericolose semplificazioni, come la tesi di chi sostiene, più o meno in buona fede, che il numero sempre maggiore di estinzioni potrà essere compensato in futuro dalla formazione di nuove specie. Un futuro, ci ricorda Gould in un invito a compiere il possibile per salvaguardare la diversità tra le specie, in cui l’uomo potrebbe non esserci.

Autore: Gould

Editore: Il Saggiatore

Lingua: ita

20€


acquista da casa